L’INCLUSIONE COME STRUMENTO PER RIGENERARE IL TERRITORIO

Dona ora

0% Raccolti
Tempo rimasto
per donare

Miledù

Aiutaci a sostenere il Corso introduttivo di formazione sull’arte dei muri a secco epartecipa con noi alla crescita del territorio

L’inclusione come strumento per rigenerare il territorio

Sappiamo quanto sia importante per tutti noi avere a cuore lo sviluppo sostenibile del territorio che abitiamo e avere una visione di futuro in cui si possano riscattare l’identità culturale, la storia e le tradizioni come l’arte di costruzione dei muretti a secco, uno degli elementi che caratterizza questo territorio. Nel corso dei prossimi mesi, grazie anche al tuo sostegno, si potrà fare un percorso di insegnamento di questa arte attraverso il «Corso introduttivo di formazione sull’arte dei muri a secco & Percorso di conoscenza e sviluppo del territorio comasco/brunatese»  il periodo di svolgimento sarà tra il 23 agosto e il 12 settembre 2021.

Tu può essere parte attiva di un welfare di comunità donando un percorso formativo e così anche contribuire ad aiutare a rigenerare il territorio, formando così reti in una comunità responsabile e inclusiva.

Il progetto

Negli anni recenti, nel territorio comasco così come in altre località alpine e prealpine, l’abbandono dell’agricoltura ha portato a un graduale degrado dei paesaggi terrazzati con conseguenze negative sia da un punto di vista idrogeologico sia rispetto alla biodiversità. Al tempo stesso, i profondi cambiamenti demografici e sociali che hanno investito il nostro paese hanno portato molte comunità a sfaldarsi e si è acuita la polarizzazione ed emarginazione sociale a svantaggio delle persone più vulnerabili, tra cui i migranti che nei nostri territori hanno deciso di mettere radici.

Testimoniando un uso consapevole del territorio e delle sue risorse, le murature a secco sono tracce del passato diffuse in tutto il mondo che come fili tengono insieme le comunità umane con l’ambiente che le ospita.  Prendendo le mosse dall’arte antica dei terrazzamenti, metaforicamente votata a tessere legami fruttuosi destinati a durare nel tempo, Miledù propone un percorso formativo “Rigenerare il territorio, tessere reti e costruire comunità responsabili e inclusive”, che ha come obiettivi:

  • Creare un percorso di formazione teorica e pratica, dove i partecipanti acquisiranno le competenze di base necessarie per costruire nuovi muri a secco di contenimento e di recuperare muri esistenti, parzialmente crollati per mancanza di adeguata manutenzione; Oltre ad imparare la tecnica di costruzione, i partecipanti conosceranno la storia e la cultura del territorio, con la partecipazione dei ragazzi migranti che hanno già partecipato nel 2017 al corso di muretti a secco promosso dal gruppo informale Garzola Muri a Secco in collaborazione con l’Associazione Sentiero dei Sogni, la Parrocchia di Rebbio,  il  Coordinamento  dei  Centri  di  Accoglienza comaschi,  Como  Accoglie e con  il patrocinio dell’Alleanza  Mondiale  Paesaggi Terrazzati – Sezione  italiana.

secondo obiettivo sarà quello di creare dei momenti di riflessione e condivisione sulle strategie di processi di sviluppo territoriale coinvolgendo la comunità locale ( Comune di Brunate, diverse associazioni, cooperative, organizzazioni di volontariato, ristoratori, B&B, e le famiglie di Brunate) con la realizzazione di un seminario a cui parteciperanno esperti con diverse competenze pratiche e teoriche (decisori politici, urbanisti, architetti, sociologi, economisti) sulle principali criticità e potenzialità del territorio brunatese/comasco. Insieme ci si confronterà su possibili soluzioni istituzionali e organizzative volte a innescare e governare processi di sviluppo territoriale.

L’iniziativa si articola in:

    • – Un percorso formativo sull’arte dei muri a secco della durata di 5 giorni/1 settimana, aperto alla partecipazione di 20 corsisti italiani e stranieri (studenti di architettura/agraria, giovani lavoratori italiani e stranieri ecc.)
    • – Visite guidate a realtà del territorio (a cura del Sentiero dei Sogni, Miledù e Tikvà)
    • – Presentazioni serali di libri
    • – Un evento seminariale finale di riflessione aperto al pubblico su: recupero e valorizzazione del territorio e costruzione di comunità inclusive (con interventi di Politecnico e Alleanza Paesaggi Terrazzati (tema tutela paesaggio), esperti in sviluppo del territorio e animazione territoriale – Euricse e Civitates (temi: come coinvolgere la comunità e gestire beni comuni), esperienze associative e cooperative (impegnate nel recupero di tradizioni, culture locali ecc.)

Organizzazione: Comune di Brunate, Miledù, Tikvà, Sentiero dei Sogni.
Con la partecipazione di: Alleanza Mondiale Paesaggi Terrazzati (Donatella Murtas), Civitates (Luciano Vanni e Politecnico di Milano (Sonia Pistidda)

Altre forme di collaborazione:

Se vuoi essere parte di questo evento e partecipare come volontario contattaci
Se sei un abitante di Brunate Civiglio, Garzola, e puoi offrire alloggio a uno studente o docente del corso contattaci

Chi siamo:

L’Impresa sociale Miledù si propone di facilitare l’inserimento lavorativo e sociale di persone a rischio di esclusione tra cui, in particolare, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, domiciliati e/o residenti sul territorio comasco. Il nostro fine è quello di favorire, attraverso il lavoro, la costruzione di un dialogo tra la comunità locale e i ragazzi immigrati che si fermano nel nostro territorio. Il lavorare insieme diventa quindi attivatore di processi di integrazione e percorso di sviluppo imprenditoriale e culturale in tre settori economici: coltivazione di fiori edibili, restauro di muri a secco/pulizia dei sentieri e apicoltura.
Si tratta di settori di nicchia, che hanno tuttavia un potenziale economico inespresso e sono particolarmente adatti a mobilitare e valorizzare il capitale umano presente sul territorio. In più, queste attività contribuiscono a salvaguardare e migliorare le condizioni dell’ambiente contribuendo a livello locale, al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, in particolare sugli obiettivi 4, 8, 10, 12, 13, 15, 17 più informazioni della agenda 2030 a questo link:  https://www.aics.gov.it/home-ita/settori/obiettivi-di-sviluppo-sostenibile-sdgs/

http://miledu.org
Via Pianazza, 9 | 22100 Como
miledu.stareinsieme@gmail.com
+39 347 310 0122

Tu puoi contribuire a rigenerare il territorio e a costruire una comunità responsabile e inclusiva con la tua donazione

SOSTIENI QUESTO PROGETTO

Dona ora
La tua donazione
Details

Presa visione dell’informativa ex art. 13 D. Lgs 196/2003 autorizzo a norma dell’art. 23 del menzionato Decreto al trattamento dei miei dati personali da parte di Fondazione Comasca per le finalità e con le modalità indicate nell’informativa stessa

Metodo di pagamento
Scegli il metodo di pagamento

  • grazie al contributo di Unicredit è completamente gratuito

  • • 0,5% per le transazioni inferiori o pari a 10€
    • 0,5% + 0,20€ per le transazioni superiori a 10€


  • Dalla tua donazione stripe tratterrà:

    • 1,2% + 0,29€ per le Carte Visa o Mastercard Europee
    • 2,90% + 0,29€ per le carte non europee o American Express


  • Dalla tua donazione paypal tratterrà:

    • 1,8% + 0,35€ per transazione
    • 3,3% + 0,35€ per le donazioni provenienti dall'estero

Donazioni con bonifico

SE DONI CON UN BONIFICO SCEGLI UNO DEI CONTI CORRENTI INTESTATI A Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus
I costi del bonifico dipendono dalle condizione dell’istituto bancario del donatore

Coordinate delle agenzie disponibili per effettuare una donazione:

POSTE ITALIANE
POSTE ITALIANE
IBAN: IT23U0760110900000021010269

COMO
BCC BRIANZA E LAGHI
IBAN: IT61B0832910900000000300153

COMO
CASSA RUR. ED ART. DI CANTU`
IBAN: IT96U0843010900000000260290

AGENZIA DI LEZZENO
BANCA CREDITO COOPERATIVO DI LEZZENO
IBAN: IT73V0861851410000000008373

COMO CAVOUR
UNICREDIT
IBAN: IT86P0200810900000102337656

BANCA INTESA SANPAOLO
IBAN: IT14X0306909606100000128233

BANCA PROSSIMA S.P.A.
IBAN: IT92J0335901600100000128362

Ricordati di specificare come beneficiario:

Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus
Ricordandoti di specificare la seguente causale di versamento:
"Progetto 5614 - L’INCLUSIONE COME STRUMENTO PER RIGENERARE IL TERRITORIO"

Le campagne di questo progetto

Nessuna campagna in corso al momento